Durante la registrazione di un’intervista per la trasmissione americana Fresh Air, Adam ha preso, si è alzato e se n’è andato, di fatto mandando a monte intervista e puntata stessa, perché la redazione del programma aveva deciso di mostrare al pubblico e fargli commentare in diretta una clip del film Marriage Story in cui lui canta una canzone.

Gesto eclatante, che ha fatto parlare, e che va a mettere un altro mattone nella costruzione del personaggio ‘strano’, introverso e originale di questo divo che vuol spiccare.

Eppure era idiosincrasia già nota, questa: più volte il l’attore ha incongruamente dichiarato di odiare vedersi sullo schermo, di sentirsi male fisicamente nel guardare il suo lavoro, per paura di verificare gli errori che vengono immortalati nelle pellicole, e in conclusione di non aver mai visto un film dopo averci recitato. Strano, no?

Eppure non è solo, l’attore californiano.

Ci sono altri attori famosi o addirittura celebri che sostengono di non rivedere il frutto del proprio talento, che provoca in loro un insostenibile imbarazzo: Johnny Depp, Julianne Moore, Angelina Jolie, e Reese Witherspoon, per dirne alcuni.

La brillante Witherspoon ha dichiarato: “E’ una tortura. Perché una dovrebbe voler rivedere sé stessa mentre fa la scema e finge di essere qualcun altro?” E non parlava di gente che si sta facendo un selfie con la bocca a culo di gallina…

Lascia un commento